Una vista durante un set-up

La sfida

Il cliente, un noto brand italiano del settore del riscaldamento e della climatizzazione civile ed industriale, deve rinnovare ed ampliare il centro prove. All’interno del nuovo laboratorio è dunque necessario disporre di sei banchi di acquisizione dati per altrettante postazioni di caratterizzazione di caldaie.

La soluzione

La soluzione ha previsto la progettazione e realizzazione di quadri di acquisizione e controllo mobili, in modo che sia possibile disporli più facilmente possibile vicino all’apparecchio in prova. I quadri, tutti uguali tra loro, consentono l’acquisizione di termocoppie, PT100, segnali analogici in tensione e corrente (tutta la strumentazione esterna – come per esempio gli analizzatori di combustione ed i misuratori di portata – è acquisita sugli ingressi analogici).

Il programma di gestione, realizzato in ambiente NI LabVIEW, permette la configurazione del sistema di acquisizione dati e la definizione delle prove. Queste sono quindi salvate all’interno di un database, progettato e realizzato in ambiente PostgreSQL, che risiede su un server aziendale. (Il database colleziona anche le configurazione di prova del sistema di automazione delle prove su scaldacqua.)

Una utility permette la taratura di tutti i canali.

L’attività ha infine riguardato anche la realizzazione di due tool software a completamento della soluzione proposta: in particolare si tratta di un applicativo per la gestione del magazzino e di un applicativo per la gestione dello scadenziario delle tarature degli strumenti utilizzati.

Link e documentazione